:::: MENU ::::

Reporter d’assalto e inviati

Reporter d' assalto e inviati

Ci sono molti fotografi che esercitano la loro passione al servizio dei servizi di informazione, dai giornali, alle riviste e ai telegiornali. E qui io non sto di per certo parlando di fotografi di gossip per riviste patinate di ben poco valore, per i quali non ho in fondo una grande considerazione, quanto piuttosto di chi investe le proprie capacità, la propria passione e il proprio talento per la corretta informazione e per la ripresa delle immagini più vere in ambienti lontani e disagiati della Terra.

Da questo punto di vista insomma è di per certo un esempio emblematico la figura del fotografo inviato al fronte, il quale inoltre è una delle figura professionali che in questo ambito più affascina le persone, e anche i più giovani per quanto ne so io e per quanto io stesso ho vissuto. Certo è che una simile professione non è per nulla semplice, e anzi porta a porre a rischio la propria stessa vita, e non è come voi ben potete intuire una cosa da poco, anzi!

Dunque non è una scelta facile quella di intraprendere questo lavoro votato alla verità e alla informazione, e insieme al reportage e alla informazione su ambienti disagiati, a rischio, in guerra, o in chissà quali altre situazioni di per certo ad alto tasso di rischio. Eppure, vi è chi continua e si ostina in tale professione, e molti di loro meritano il nostro più pieno e più sincero rispetto, come spero voi stessi già ben sappiate e facciate.

E voi cosa ne pensate?

Qui mi piacerebbe sentire anche quale sia sul punto e in questa sede qui proprio la vostra opinione sul punto: insomma, avete mai pensato di intraprendere questa carriera? Vi siete mai chiesti come potrebbe essere, o conoscete qualcuno che svolga questo lavoro? Mi piacerebbe che su questo punto specifico si potesse cominciare a parlare e discutere, e magari anche a partire dalla figura di Steve McCurry, perché no? In fondo, se siete capitati su questo blog è anche per lui, o sbaglio?

Io comunque ritengo opportuno che voi approfondiate la vostra informazione sul tema, anche se non doveste essere interessati in un simile lavoro, di per certo non adatto a chi non abbia tutte le piene intenzioni di dirigersi in tal senso. Se avete qualcosa da dire sul punto, allora, scrivetemi qui nei commenti oppure dalla pagina “Contatti”, e vediamo cosa ne viene fuori!