:::: MENU ::::

Cardiofrequenzimetro: come conoscere il cuore

come conoscere il cuore con cardiofrequenzimetro

Ho sempre amato fare sport, ho cominciato con ottime camminate in montagna, fino a diventare un ‘camminatore’ professionista,me molto spesso vado in montagna per allenarmi. Ho quasi sempre bisogno di spazi verdi, naturali per allenarmi nel modo giusto, per cui ho anche deciso di vivere lontano dalla città, ma non è di questo che vorrei parlarti oggi. Facendo molta attività fisica, devo tenere il mio corpo controllato costantemente, quindi faccio esami molto spesso, seguo una dieta ben precisa, e quando vanno in montagna per le mi è camminate utilizzo il mio cardiofrequenzimetro senza fascia.

Credo sia un’ottima trovata della tecnologia, specialmente per noi sportivi, si tratta di un dispositivo che calcola il battito del tuo cuore, principalmente, di conseguenza, grazie a questo strumento posso tenere i miei battiti sotto controllo, monitorandoli, credo sia molto importante soprattutto per chi compie uno sforzo come il mio, questo tipo di attività richiede anche molta resistenza e il cuore e constante mente sotto sforzo.

Grazie al cardio frequenzimetro posso sapere quanti battiti al minuto, e anche come migliorano le mie prestazioni, sempre grazie ai battiti, inoltre, io ne ho diversi, alcuni modelli di base mi permettono solo di calcolare l’attività cardiaca, altri di dirmi anche le calorie che brucio oppure di sapere quanti chilometri sto percorrendo. Ora spiego meglio, per prima cosa occorre specificare che esistono due tipologie, la fascia che si mette intorno al torace, e il sensore che si collega al dito; come puoi immaginare da sola, la fascia risulta molto più precisa nel calcolare i battiti ed ha molte più funzioni rispetto alla versione da dito per cui solitamente costa di più.

E anche possibile trovare dei cardio frequenzimetri da dito più avanzati, ma generalmente la versione a fascia toracica può aiutare di più uno sportivo. Io ho entrambe le versioni, dipende da quello che faccio da dove vado, quanti chilometri decido di percorrere per il mio allenamento. Solitamente, quando vado con la mia famiglia, porto quello a dito, mentre per i miei allenamenti, dato che ho bisogno di più informazioni, utilizzo la fascia, soprattutto perché me ho una integrata con sistema GPS, che memorizza il tracciato percorso.

Mi aiuta negli allenamenti!

Molte persone mi avevano sconsigliato il modello a fascia, dicendomi che era più fastidioso; in effetti potrebbe essere, ma come ogni cosa, credo si trattati anche di abitudine. Se stai pensando di acquistare in cardio frequenzimetro per svolgere meglio la tua attività fisica-sportiva, o per motivi di riabilitazione, ti consiglio un modello con la fascia, perché ti potrà aiutare molto, aumentando anche il tuo allenamento, sono come dei personal trainer elettronici. Dall’altro canto, se non hai troppe pretese e vuoi cominciare a capire come funziona il tuo cuore sotto sforzo anche un cardiofrequenzimetro a dito soddisferà le tue esigenze.